Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.agenda365.it/home/components/com_proforms/router.php on line 41

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.agenda365.it/home/components/com_proforms/router.php on line 41

I Migliori Artisti Contemporanei del Piemonte

BRUNETTO SILVIO - Pittore Figurativo - Torino (TO)

 Segnalato da: AGENDA 365 ...semplicemente i migliori! 

 brunetto

PER CONTATTARE L'ARTISTA:

Brunetto Silvio
Via Balbis, 9
10144 TORINO TO
Tel. 011 47 32 112
silvio.brunetto@virgilio.it

 PORTOFINO

brunetto-firma

Cenni Biografici

 

Silvio Brunetto nasce il 30 agosto 1932 a Ceretta di San Maurizio Canavese (Torino).
Appartiene a una pittura tradizionale nella cultura figurativa piemontese.
E’ un artista contemporaneo con sicure ascendenze nell’arte della fine dell’Ottocento e dei primi del Novecento.
Ha dedicato tutta la sua vita a dipingere dal vero paesaggi di tutta Europa: oli e acquarelli raffiguranti angoli della città, piazze, viali, vicoli caratteristici, stradine imbiancate dalla neve, paesaggi inediti e non solo tipici. La sua grafia pittorica discende da un’impostazione grafica severa. Il paesaggio è il vero punto di riferimento: le nevi, i tetti la volontà di fissare un luogo, uno scorcio del tessuto urbano di Torino o di un paese di montagna sono i soggetti tipici e preferenziali e intensamente ripresi e amati dai collezionisti. I lavori di Brunetto sono sobri, puliti, con colori attenuati e accordati con sensibilità proprio del carattere dell’artista, con una poesia sottile che innalza la quotidianità al livello dell’arte.

 

Opere disponibili

 

 

Si iscrive giovanissimo ai corsi di figura delle Scuole San Carlo in provincia di Torino e nel 1951 frequenta il Museo Civico d'Arte Antica dove ammira gli antichi maestri e ne riprende con rapidi schizzi le linee essenziali.
Nel 1952 si iscrive ai corsi di nudo dell'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Si interessa particolarmente al disegno dell'incisore Boglione, alla pittura del maestro Vellan, alla fantasia surreale dei Surfanta ed a Mario Lisa.
Osservando gli insegnamenti di M. Boglione espone dal 1953 al 1955 con il "Gruppo Bianco e Nero" alla Galleria della "Gazzetta del Popolo" e alla mostra del Bianco e Nero nelle sale di Torino.
Nel 1962 espone per la prima volta al Piemonte Artistico Culturale
Nel 1967 entra a far parte dei soci della Società Promotrice delle Belle Arti di Torino, ed inaugura la prima personale alla galleria Bottegaccia di Giaveno (TO). Vince il Premio al Trofeo nazionale Gancia, Mango d'Alba, ed il premio di Pittura Navetta d'Oro, Città di Chieri, EPT-Pro Moncalieri.
Nel 1969 partecipa alla Prima Biennale d'Arte Figurativa Contemporanea.
Nel 1970 premio alla 1a Quadriennale Europea di Roma.
Nel 1971 entra a fare parte del Circolo degli Artisti di Torino e partecipa all'Esposizione Annuale del Circolo degli Artisti di Torino e vi espone annualmente fino al 1982 insieme a Ottavio Mazzonis, Virgilio Audagna, Angelo Salietti, Felice Vellan, Roberto Terracini e Giuliano Emprin. A Massa Carrara vince il Premio internazionale Michelangelo d'oro.
Nel 1974 collabora con lo scultore Virgilio Audagna alla scuola di perfezionamento artistico realizzata a Cinaglio d'Asti.
Nel 1975 espone al Palazzo dei Priori di Arcevia (AN). Gli viene conferita la Medaglia d'Oro dell'Istituto Italiano per la Grafica d'Autore.
Nel 1980 è ospite d'onore alla Promotrice delle Belle Arti di Torino.
Nel 1982 vince il 1° Premio alla mostra Comune di Donnas.
Nel 1983 mostra personale al Circolo degli Artisti di Torino e presentazione della monografia dell'artista a cura di A. Mistrangelo.
Nel 1984 espone a Parigi con una mostra personale presso la Camera di Commercio Italiana.
Nel 1988 mostra personale presso la Galleria Il Colore di Cagliari.
Nel 1989 espone con una mostra personale a Tokyo presso la Galleria Hyakugo e ad Ajaccio (Corsica) alla Galleria PCA in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese. Partecipa, inoltre, ad una esposizione collettiva "Pittori e scultori da Torino a Volgograd", Sala delle Esposizioni dell'Unione degli artisti, Provincia di Torino, Regione di Volgograg,Volgograd.
Nel 1998 gli viene dedicata un'opera monografica a cura di Angelo Mistrangelo, presentata in occasione della mostra personale "25 dipinti al Circolo degli Artisti" a Torino.
Nel 2001 mostra personale "Dal Piemonte a Venezia", Palazzo Correr.
Nel 2003 al Circolo degli Artisti viene presentata la monografia dal titolo "Il Fascino della Neve" a cura di A. Mistrangelo in cui viene ripercorsa tutta la sua attività pittorica.
L'artista partecipa e vince diversi concorsi, rassegne e premi sia in territorio piemontese sia in territorio nazionale. Negli anni che seguono numerose sono state le esposizioni personali e collettive presso gallerie d'arte piemontesi e non, oltre diverse manifestazioni curate dagli Assessorati alla Cultura della Regione Piemonte in molte località.
Nel 2006 mostra alla Galleria Berman di Torino "Olimpiadi invernali 2006, neve a Torino".
Nel 2012 realizza dodici illustrazioni litografiche della Locandiera di Goldoni per la Grande Collana delle edizioni Fogola.
Tra il 2012 e il 2013 ad Aosta, presso la sala espositiva FINAOSTA si è tenuta la mostra personale "La Vallée, luci e colori" patrocinata dal Consiglio Regionale della Valle d'Aosta.
Tra il 2013 e il 2014 la Galleria Fogliato di Torino ha ospitato la personale più recente del Maestro.
Ricordiamo, inoltre, la collaborazione con gli scrittori torinesi per la realizzazione delle copertine dei loro libri: come nel caso del giallo di Pier Massimo Prosio "Natale al Castello", Edizioni Fogola.

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Designed by Agenda365.it - Via Dante Alighieri, 8 - Beinasco (TO) 10092 Italia Tel. 011 700 400 Fax. 011 700 420 - P.Iva 10224700012