Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.agenda365.it/home/components/com_proforms/router.php on line 41

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.agenda365.it/home/components/com_proforms/router.php on line 41

Visita i migliori ristoranti della Toscana

Firenze (FI) - ENOTECA PINCHIORRI

                 

           Segnalato da:L'AGENDA DEI 365 "fra i migliori ristoranti d'Italia"

  • 01 enoteca pinchiorri
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06

 01-enoteca-pinchiorri

Via Ghibellina, 87
50122
FIRENZE (FI)
Tel. 055 24 27 77 / 24 27 57
Fax 055 24 49 83
www.enotecapinchiorri.com - ristorante@enotecapinchiorri.com

 logo-enoteca-pinchiorri

Sito in un affascinante palazzo settecentesco di Firenze, è uno dei vanti gastronomici del Bel Paese e uno dei più celebri e prestigiosi ristoranti d’Italia, oltre a venire considerato tra i migliori indirizzi dell’alta ristorazione europea. I “Signori” di questo regno sono Giorgio Pinchiorri, raffinato conoscitore di vini, e sua moglie Annie Féolde, di origine francese, che pensa menù di eccelsa creatività senza scostarsi tuttavia dalla ricette italiane più apprezzate. Un mix di fantasia e classicità servito in uno scrigno prezioso di arredi ottocenteschi, quadri e tocchi di design contemporaneo. Un’esperienza rara che appaga tutti e cinque i sensi, destando meraviglia e dando una profonda sensazione di compiutezza.


Chiusura settimanale: Aperto solo la sera dal martedì al sabato - Chiusura per ferie: il mese di agosto e 1 settimana nel periodo natalizio.

Prenotazione

indispensabile.


Chi siamo

Proprietari: Annie Feolde e Giorgio Pinchiorri. Primo chef Riccardo Monco; direttore di sala Alessandro Tomberli.


Specialità

Code di gamberi rossi, lamelle di lardo di Colonnata, salsa di riso allo zafferano e scalogni croccanti; ravioli di bietole, arrostiti ma non bolliti, con caviale e latte di aringa affumicata; maialino di razza Mora Romagnola allo spiedo, insalata di cipolle cotte sotto la cenere e millefoglie di patate; sfoglia croccante di nocciole e frutto della passione. La Carta dei Vini può spaventare a prima vista, vista l’ampissima scelta offerta: oltre 4000 etichette, soprattutto italiane e francesi, fra le quali bottiglie pregiate e millesimi storici. Nel dubbio, potrete affidarvi alla competenza dei Sommelier oppure optare per una delle "degustazioni" proposte, uniche nel loro genere per la varietà e il prestigio dei vini proposti. Infine, la Carta dei distillati offre una cernita di rari e importanti Bas Armagnac, Cognac, Whisky e Rhum, nonché una pregiata selezione di distillati d’uva e grappe d’autore, con la possibilità di gustarli e accompagnarli a ricercati sigari, a disposizione nel salotto fumoir. Servizio accuratissimo.


Dettagli

Nel cuore della città dei Medici, a due passi dal Palazzo della Signoria che fu loro dimora, in quella via Ghibellina dove Michelangelo e Giovanni da Verrazzano hanno avuto i natali, inaspettato e solenne fra due colonne di granito si apre l’accesso a Palazzo Jacometti Ciofi, dove è ospitato un tempio del gusto e del buon bere. Il trait d’union fra Ie culture italiana e francese sembra ispirare il sodalizio tra Giorgio Pinchiorri, italiano del modenese, e Annie Feolde, nizzarda, i quali in quasi cinquanta anni di lavoro comune e appassionato hanno creato qualcosa di unico, che oggi rappresenta sulla scena internazionale il primato italiano nel gusto e nella tavola. Sotto la guida di Riccardo Monco, quella dell’Enoteca è oggi una cucina italiana evoluta che, pur infrangendo i codici della cucina tradizionale, da questa deriva, in un costante e perfetto equilibrio con la sperimentazione gastronomica. Questo concetto è espresso con chiarezza esemplare in piatti come i “Ravioli di bietole, arrostiti ma non bolliti, con caviale e latte di aringa affumicata”: i ravioli sono una preparazione classica della cucina italiana, come la farcia di mascarpone, bietole e aglio, ma la loro cottura “arrostiti, non bolliti” è creatività pura, superamento delle regole codificate. Lo stesso si può dire della scelta di accompagnare i ravioli con “caviale e latte di aringa affumicata”: da una parte la materia ricercata, dall’altra un elemento della cucina povera; insieme per esaltare, con la loro sapidità, la delicatezza dei ravioli. E i clienti dell’Enoteca, come ben sottolinea Riccardo, nella loro varietà di esperienza e di provenienza geografica, sono la miglior conferma della validità del discorso intrapreso: "Se ognuno di loro gustando la nostra cucina trova un’eco, una corrispondenza e, ovviamente, piacere, significa che la nostra creatività va nella direzione giusta.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Designed by Agenda365.it - Via Dante Alighieri, 8 - Beinasco (TO) 10092 Italia Tel. 011 700 400 Fax. 011 700 420 - P.Iva 10224700012