Visita i migliori ristoranti della Toscana

Firenze (FI) - ENOTECA PINCHIORRI

                 

           Segnalato da:L'AGENDA DEI 365 "fra i migliori ristoranti d'Italia"

  • 01-enoteca-pinchiorri
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06

 01-enoteca-pinchiorri

Via Ghibellina, 87
50122
FIRENZE (FI)
Tel. 055 24 27 77 / 24 27 57
Fax 055 24 49 83
www.enotecapinchiorri.com - ristorante@enotecapinchiorri.com

 logo-enoteca-pinchiorri

Sito in un affascinante palazzo settecentesco di Firenze, è uno dei vanti gastronomici del Bel Paese e uno dei più celebri e prestigiosi ristoranti d’Italia, oltre a venire considerato tra i migliori indirizzi dell’alta ristorazione europea. I “Signori” di questo regno sono Giorgio Pinchiorri, raffinato conoscitore di vini, e sua moglie Annie Féolde, di origine francese, che pensa menù di eccelsa creatività senza scostarsi tuttavia dalla ricette italiane più apprezzate. Un mix di fantasia e classicità servito in uno scrigno prezioso di arredi ottocenteschi, quadri e tocchi di design contemporaneo. Un’esperienza rara che appaga tutti e cinque i sensi, destando meraviglia e dando una profonda sensazione di compiutezza.


Chiusura settimanale: Aperto solo la sera dal martedì al sabato - Chiusura per ferie: il mese di agosto e 1 settimana nel periodo natalizio.

Prenotazione

indispensabile.


Chi siamo

Responsabili: Annie Feolde in cucina, Giorgio Pinchiorri in sala.


Specialità

Noci di capesante con verdure grigliate e salsa ai capperi e olive tritate, "i pici con le briciole", "maialino di Cinta Senese" con patate al lardo di Colonnata, "Zuccotto" fiorentino a modo nostro, con frutta e verdura candide. Vini: l´incontro con il "Buon Bere" all'Enoteca è caratterizzato dalle due Carte dei Vini, La Carta Italiana e La Carta Internazionale, completate da una serie di "degustazioni" uniche nel loro genere, sia per la varietà la possibilità di scelta e il prestigio dei vini proposti, che per la selezione: circa 200 tipi di vino, fra cui etichette pregiate e millesimi storici offerti a bicchiere per un totale di oltre 4000 bottiglie. Tutto questo è messo a disposizione dell´spite, che viene condotto verso la scelta ideale con la competenza e la professionalità del Sommelier. E infine, la Carta dei distillati che offre una cernita di rari e importanti Bas Armagnac, Cognac, Whisky e Rhum nonchéuna pregiata selezione di distillati d´va e grappe d´autore, con la possibilitàdi gustarli e accompagnarli a ricercati sigari, messi a disposizione nel salotto fumoir. Servizio accuratissimo.


Dettagli

Nel cuore della città dei Medici, a due passi dal Palazzo della Signoria che fu loro dimora, in quella via Ghibellina dove Michelangelo e Giovanni da Verrazzano hanno avuto i natali, inaspettato e solenne fra due colonne di granito si apre l´accesso a Palazzo Jacometti Ciofi, dove è ospitato un tempio del gusto e del buon bere. Il trait d´nion fra Ie culture italiana e francese, sembra ispirare il sodalizio tra Giorgio Pinchiorri, italiano del modenese, e Annie Feolde, nizzarda, i quali in trentacinque anni di lavoro comune e appassionato hanno creato qualcosa di unico, che oggi rappresenta sulla scena internazionale il primato italiano nel gusto e nella tavola.
Anche grazie a Italo e Riccardo, quella dell´enoteca è oggi una cucina italiana evoluta che, pur infrangendo i codici della cucina tradizionale, da questa deriva, in un costante e perfetto equilibrio con la sperimentazione gastronomica. Questo concetto è espresso con chiarezza esemplare in piatti come il Piccione, presente in due diverse cotture: la coscia candita nel grasso d´anatra e, per contrasto, il petto semplicemente grigliato e poi marinato; entrambe ritrovano storia e radici nell´ccostamento a quel pane al vino e zucchero, quasi lo stesso che nelle campagne toscane le nonne davano ai nipotini per merenda. Oppure lo Zuccotto, ancora un dolce tipico toscano, scomposto e ripensato con rigore formale in una veste geometrica e piu "costruita"; guarnito infine con la frutta e una sorprendente, ma assolutamente indispensabile, verdura candita.
E i clienti dell´enoteca, come ben sottolinea Riccardo, nella loro varietàdi esperienza e di provenienza geografica, sono la miglior conferma della validità del discorso intrapreso: "Se ognuno di loro gustando la nostra cucina trova un´eco, una corrispondenza e, ovviamente, piacere, significa che la nostra creatività sta andando nella giusta direzione.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Designed by Agenda365.it - Via Dante Alighieri, 8 - Beinasco (TO) 10092 Italia Tel. 011 700 400 Fax. 011 700 420 - P.Iva 10224700012