Visita i migliori ristoranti della Sicilia

Licata (AG) - LA MADIA

Segnalato da:

L'AGENDA DEI 365 "fra i migliori ristoranti d'Italia"

 la madia sic  logo-la-madia-sic
 C.so F. Re Capriata, 22
92027
LICATA (AG)
Tel. 0922.771.443
Fax 0922.771.443
www.ristorantelamadia.it
info@ristorantelamadia.it

Se uno scrittore racconta un pensiero attraverso un libro, il cuoco lo esprime attraverso un piatto: Pino Cuttaia descrive così la sua voglia di raccontare sé stesso e la Sicilia. Lui, che da emigrato al nord ha scelto la strada del ritorno, è artefice di una cucina di rievocazione, inclusiva degli echi giovanili di quel Piemonte che lo accolse. Oggi amplia il concetto, da memoria personale a collettiva. La sua iniziativa ‘nnumari è il punto di partenza per vivere l’identità mediterranea in modo corale: un simposio annuale dove la cucina sostiene un ruolo centrale nel “fare rete” attorno a ogni aspetto del patrimonio Mare Nostrum, per difenderne e valorizzarne le risorse. www.nnumari.it


Chiusura settimanale: domenica sera (in inverno), domenica a pranzo (in estate), martedì (sempre) - Chiusura per ferie: variabile

Chi siamo

Responsabile: Gaetana Loredana Cipriano. Chef: Pino Cuttaia.


Specialità

Spiedo di polpo verace con crema di ceci e salsa al rosmarino; tonno di pesce spada con peperoni alla brace; arancina di riso con ragù di triglie e finocchietto selvatico; couscous con pistacchio di Bronte e gambero rosso. Vini: cantina prettamente siciliana e anche etichette nazionali ed estere. Ricca carta dei dolci e dei liquorosi.


Dettagli

La cucina...
Uno dei momenti più belli è quando sforniamo il pane, anzi, i pani: sette, tutti diversi, sono il nostro benvenuto. Ci piace essere semplici e buoni, a partire dal pane. Da noi troverete tecniche che citano giochi d’infanzia, episodi di vita isolana: come l’affumicatura alla pigna, la bottarga pensata per dare consistenza a una salsa, il nero di seppia essiccato e trattato come una spezia. Ingrediente, colore, consistenza: la cucina, da noi, parte da qui.
Poi ci sono le chiacchiere coi pescatori, con i contadini. I pensieri prima di prendere sonno, le idee da mettere alla prova. Dai pescatori e dai contadini, a saperli ascoltare, non si imparano solo le ricette di gente semplice che da generazioni sa mangiare bene. Si impara che per trasformare un’idea in ricetta bisogna saper aspettare il tempo.
La cucina è il pensiero di un singolo: è frutto della solitudine dello chef, della riflessione su un ingrediente, su una tradizione. È un pensiero che diventa un fatto corale, di squadra da dividere con I nostri collaboratori.
La fatica è di tutti.
Il risultato, anche.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Designed by Agenda365.it - Via Dante Alighieri, 8 - Beinasco (TO) 10092 Italia Tel. 011 700 400 Fax. 011 700 420 - P.Iva 10224700012