Visita i migliori ristoranti dell'Emilia Romagna

Imola (BO) - SAN DOMENICO

                 

           Segnalato da: L'AGENDA DEI 365"fra i migliori ristoranti d'Italia"

  • 01-imola-bo-san-domenico
  • 01 san domenico emi
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08

 01-imola-bo-san-domenico

Via Sacchi, 1
40026
IMOLA (BO)
Tel. 0542.290.00
Fax 0542.390.00
www.sandomenico.it - sandomenico@sandomenico.it

 logo-san-domenico

“Il San Domenico è uno spazio per la felicità proposta con eleganza riservata. È un luogo che diviene casa dove i clienti si sentono sempre ospiti graditi e dove possono incontrare con gusto e raffinatezza l’armonia dei sapori della grande tradizione culinaria italiana.”. Le parole con cui il Ristorante si definisce sono essenziali, rispecchiano la realtà e giungono semplici e dirette al cuore di chi legge: pura arte della comunicazione, stupefacente come la collezione di opere di grandi artisti del Novecento e, soprattutto, eccelsa come la proposta culinaria dei fratelli Marcattilii, che occupa uno stabile posto di rilievo nell’Olimpo della Gastronomia nazionale e internazionale.


Chiusura settimanale: domenica sera e lunedì. In estate sabato a mezzogiorno, domenica e lunedì. - Chiusura per ferie: alcuni giorni in gennaio e 2 settimane in agosto.


Chi siamo

Responsabile: Valentino e Natale Marcattilii.


Specialità

Specialità internazionali, cucina creativa. Vini: i migliori Cru italiani, francesi e del resto del mondo vinicolo.


Dettagli

II ristorante San Domenico insiste su un'area occupata anticamente da una domus romana che si estendeva nella zona in cui oggi sorge il complesso conventuale di San Domenico, completato alla fine del XV secolo e che troviamo anche nella pianta della città di Imola disegnata da Leonardo da Vinci nel 1501.
All'esterno l'edificio, che fa da sfondo al bel giardino del chiostro di San Domenico, si presenta con una semplice ma elegante facciata ristrutturata e ridipinta nei colori della terra cotta. All'interno un ampio ingresso introduce a varie piccole sale con pochi e distanziati tavoli, a una grande sala per banchetti o gruppi che può ospitare fino a 40 commensali e a un salotto con camino per l'aperitivo o per fumare i sigari o la pipa. Nelle varie sale troviamo pavimenti di cotto fiorentino, pareti ricoperte di ruvida tela di lino e soffitti rivestiti con un tessuto decorato con uno dei famosi disegni naturalistici ideati nella seconda metà dell'Ottocento da William Morris. Lo stesso tessuto è stato utilizzato per realizzare i paralumi. Nelle salette ci si accomoda su divani ricoperti di cuoio a "pieno fiore" colore testa di moro e sedie a braccioli Tonet su disegno di Marcel Breur degli anni Venti. Sui tavoli, imbanditi con tovaglie e tovaglioli di lino di colore fucsia, bicchieri Riedel di cristallo, piatti Richard Ginori, sottopiatti d'argento come d'argento sono le posate, i candelieri e i portafiori. E infine, ogni giorno fiori freschi. Il resto della struttura ospita gli ampi bagni rivestiti con ceramiche dipinte a mano della ditta Musa di Roma, la grande cucina suddivisa nelle varie partite e gli uffici.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Designed by Agenda365.it - Via Dante Alighieri, 8 - Beinasco (TO) 10092 Italia Tel. 011 700 400 Fax. 011 700 420 - P.Iva 10224700012